Who is behind Chatterbox English Schools?

Chatterbox English School è gestita dalla Chatterbox srl, nata nel maggio 2000 per iniziativa di un gruppo di giovani mamme che a vario titolo avevano legami con il Regno Unito e che erano accomunate anche dallo stesso desiderio: fare crescere i loro figli bilingue.
Ma per capire meglio da dove è nata una delle idee più innovative della nostra città e della nostra regione bisogna fare un passo ancora più indietro.
Bronya Sykes, all’epoca direttrice dell’Anglo American, con una bimba di quasi 2 anni che accedeva per la prima volta alla scuola dell’infanzia, si era dovuta scontrare con l’inadeguatezza del sistema scolastico italiano rispetto all’offerta formativa in lingua inglese. La piccola Sofia – che la mamma aveva ribattezzato “chatterbox” (chiacchierona) – mostrava già un bilinguismo equilibrato, essendo esposta quotidianamente
sia all’italiano (lingua madre del papà) che all’inglese (che utilizzava con la mamma e con una baby sitter anglofona).
La preoccupazione legata all’ipotesi che, venendo a mancare l’apporto in inglese, la bambina avrebbe smesso di parlare quella lingua, portò Bronya a concepire un progetto che sembrava quasi un sogno: creare a Cagliari la prima scuola dell’infanzia in lingua inglese per Sofia e per tutti quei bambini i cui genitori condividessero lo stesso sogno.
A quel punto si trattava di trovare la “squadra giusta” per realizzarlo:

Christianne Whitfield, insegnante di lingua inglese originaria dell’Isle of Wight che da anni portava avanti bellissimi progetti didattici per l’infanzia presso varie scuole anche pubbliche della città;
Tessa Pèrcopo, una giovane professoressa, di madre australiana, con diversi anni di esperienza nella scuola pubblica;
Luisa Massidda, attrice con una laurea in inglese e con un Cambridge CPE fresco fresco in mano.
Nel corso dei suoi primi anni Chatterbox, che aprì i suoi cancelli della storica sede di viale La Plaia ai bambini di Cagliari nel settembre del 2000, era solo un baby parking. Le famiglie cagliaritane erano attratte
dal progetto e rispondevano con entusiasmo, ma gli organi competenti erano meno propensi a dare spazio ad una realtà che non corrispondeva agli schemi fino a quel momento applicati.
Intanto Chatterbox cresceva insieme ai suoi bambini, fino a diventare, nel 2006, scuola primaria, con un progetto sperimentale di educazione parentale che rispondeva alla richiesta di un gruppo di genitori
dei bambini della scuola dell’infanzia che avevano espresso il desiderio che i propri figli potessero continuare nel percorso bilingue intrapreso a 3 anni; nasceva così il progetto “Chatterbox Primary School”.
Parallelamente continuava lo studio delle leggi e dell’ordinamento per trovare il modo di dare alla Chatterbox ed al lavoro del suo staff dignità di scuola a tutti gli effetti.
Dopo tante battaglie, finalmente, nel 2007 arrivò dal Ministero della Pubblica Istruzione il primo riconoscimento: alla Chatterbox School fu riconosciuto lo status di Paritaria!